Scritto da: GameMaster il 21 February 2008

Vivere e morire a Zagabria

Questa è una colonna sonora per una one-shot di Unknown Armies, gdr horror-esistenzialistico della Atlas Games. Come il titolo fa intendere, questa one-shot è ambientata a Zagabria, porta dell’Europa Orientale…In ogni caso, eccovi i brani…

  1. Air: clouds up: Con un sound molto anni ’70 e assai pinkfloydiano, gli AIR sono un ottimo intro per una sessione di Unknown Armies. Questo brano e’ il secondo della colonna sonora de Il Giardino delle Vergini Suicide
  2. Goran Bregovic: Pitbull, Pink Evolution Remix: Altro pezzo, altra colonna sonora: se vi ricordate “Gatto Nero, Gatto Bianco” di Emir Kusturica, avrete certo presente il boss mafioso del film, e la colonna sonora che lo accompagna tutte le volte che appare. In questa partita Pitbull ha lo stesso ruolo :-)
  3. Massive Attack: Special cases: Avete visto il video? Si’? E siete ancora li’ a chiedervi perche’ ho incluso questo pezzo in una colonna sonora per Unknown Armies?
  4. Goldfrapp: utopia: La voce da sirena in acido di Allison Goldfrapp è perfettamente adatta per quei casi dove occorre introdurre un filo di tensione, sottolineare qualcosa che sembra normale ma non lo è per niente. Utopia, è un ottimo pezzo a riguardo
  5. Herbaliser: something wicked: Se i personaggi entrano in un locale equivoco, Something Wicked e’ adattissimo: passeggia su un filo, introducendo una atmosfera lounge ma mai rilassata del tutto.
  6. Miele: Amabile: Questo per i non italofili :-) Scene di sesso violento, con cuoio, bondage legati ad una workstation SCO…Capita anche questo in UA.
  7. Massive Attack: Butterfly Caught: Per il climax. Parte piano, con echi asiatici assai cupi. Poi si sviluppa, unendosi ad un drive di drum-machine estremamente sintetico, che fa presagire qualcosa di terribile.
  8. Talvin Singh: Dibya: Azione e inseguimento. Lo so, anche una nota pubblicità la usa. So sue me, come dicono in UK.
  9. Herbaliser: sensual woman: Se i miele coprono l’aspetto “perverso”, Sensual Woman copre l’aspetto “normale…” (quello meno normale è gia’ stato coperto da Miele)
  10. Hooverphonic: l’odeur animale: Riflessione, attesa e ragazzi, guardatevi alle spalle. Potremmo avere qualcuno che ci segue.

Come sempre, Enjoy!

NO COMMENTS.

...E, nel caso pensiate che mi stia dimenticando qualche cosa, vi sbagliate: L'interpretazione è la miglior simulazione!