Scritto da: GameMaster il 21 June 2008

Mazes And Minotaurs

Che cosa sarebbe successo se Gygax e compagni si fossero ispirati ai miti greci? Paul “Mithras” Elliott ci ha pensato, e in collaborazione col francese Olivier Legrand ha scrittoil risultato: “Mazes And Minotaurs”, ispirato al peplum “Giasone e gli Argonauti”.

Il gioco è, tanto per cominciare, un gdr completo, non uno scherzo, anche se lo humour abbonda. Inoltre, è presente in ben due, diconsi due edizioni.

La prima è la “1972 edition”: Decorata con abbondanza di motivi greci, e clipart in tema di infima lega :-) , è un gioco di ruolo “vecchia scuola”, che ricalca, senza neanche tanta vergogna il DnD che quasi tutti conosciamo, cambiando le denominazioni delle caratteristiche giusto per evitare rogne legali.

La seconda è la “1987 edition”: ADnD anyone? Come ogni edizione “advanced” che si rispetti, presenta i tre canonici manuali: Master, Giocatore e Mostri, nonché un’altra pletora di supplementi assortiti. E anche qui, siamo di nuovo negli anni ’80. Un lavorone, non c’è che dire.

Ma ‘sta cosa funziona o no o è solo uno scherzo? Beh, per essere uno scherzo ha un discreto successo: esiste un forum da quasi 3000 messaggi, con tanto di actual play su yahoogroups, quindi qualche aficionado ci dev’essere. Dal punto di vista del regolamento… beh, e’ DnD, sotto mentite spoglie. Quindi, un regolamento carente, ma con tanti, tanti buchi che sono in realtà ottimi appigli per roleplaying cazzaro quanto si vuole, ma come si deve.

Per cui dateci un occhio: il malloppone si trova qui.

NO COMMENTS.

...E, nel caso pensiate che mi stia dimenticando qualche cosa, vi sbagliate: L'interpretazione è la miglior simulazione!