Scritto da: GameMaster il 19 January 2009

Due Mesi

Ecco. Uno fa tanto per tenere un blog, e poi… due mesi di stacco. Comunque, c’è un perché. Un grosso perché…

…ed è presto detto. Il sottoscritto si è sposato, esattamente un mese fa. Chi ci è passato lo sa bene: organizzare un matrimonio non è certo una cosa da ridere, figuriamoci se lo si fa fuori stagione e se si decide di organizzare il pranzo di nozze nella casa di montagna dei suoceri.

Le premesse non erano esaltanti, in particolar modo per il meteo e per lo stivare gli invitati in una sala privata che, per quanto grande, è una sala, e non un salone da ristorante. Aggiungete inoltre il fatto puramente organizzativo: catering, preparazione dell’ambiente, ricerca dei cuochi e del personale e cose così.

Ma, ogni tanto, la fortuna aiuta gli audaci. E così, abbiamo avuto un tempo ottimo (preceduto da due settimane di pioggia battente e seguito da freddo e neve :-) ) e siamo riusciti a fare stare comodi anche gli invitati, che si sono allegramente abboffati.

Insomma, un perfetto matrimonio Indie (courtesy Domon), contrapposto ai tanti matrimoni parpuzieschi che popolano i pomeriggi tra maggio e settembre :-)

Tornando al tema del blog: devo dire che non ho granché, se non un qualcosa di molto, molto laterale.

Mi sto riferendo alla risorta moda del film col Vampiro. Lo dico sinceramente: non ho visto Twilight, e sia la mia veneranda età, sia il mio snobismo ben mascherato mi impediscono di farlo. Non ne ho granché voglia del vampiro figo, gnokko e buono.

Piuttosto, dalle fredde lande svedesi è arrivato Fammi Entrare (Låt den rätte komma in), variazione sul tema abbastanza inquietante, libera dai cliché hollywoodiani e che collega l’horror tradizionale con il vero orrore, quello di un quotidiano senza speranza quale può a volte essere quello adolescenziale. Un approccio, direbbero alcuni, assai nu-horror. Insomma, mi incuriosisce assai, e il fatto che già adesso sia previsto un remake hollywoodiano mi spinge a gustarmi l’originale prima che sia troppo tardi.

Come vedete, sono ancora qui. Buon 2009!

NO COMMENTS.

...E, nel caso pensiate che mi stia dimenticando qualche cosa, vi sbagliate: L'interpretazione è la miglior simulazione!